Banksy Does New York” è l’ultimo documentario dedicato allo street artist di Bristol ed è bene sottolineare che non è né prodotto, né voluto dall’artista: è una testimonianza che raccoglie il fermento creatosi nel mese di ottobre del 2013, quando Banksy realizzò numerosi lavori e installazioni nei cinque distretti di New York.

5pointz

5Pointz

Il film è stato prodotto dall’emittente televisiva americana HBO con la regia di Chris Moukarbel per raccontare il mese di follia che ha interessato i ”cacciatori” di Banksy, intrepidi nel documentare con video e fotografie la mostra o, per meglio dire, la performance itinerante ‘‘Better Out Than In”.

Chris Moukarbel analizza dunque la reazione del pubblico, seguendo il percorso tracciato da Banksy dal Lower East Side fino a Staten Island, da Williamsburg a Willets Point tra stencil, video, e note iniziative come il banchetto allestito a Central Park, dove l’artista aveva proposto in vendita alcuni lavori al prezzo di sessanta dollari (sono stati raccolti, in totale, quattrocentoventi dollari per opere dal valore stimato di duecentomila, ndr).

banksy central park-s

Il trentunesimo giorno Banksy salutò New York, lasciando sei palloncini gonfiabili – la sagoma dei quali formava il suo nome – sul muro di un edificio tra Borden Avenue e la trentacinquesima strada: era l’appello che lo street artist rivolgeva ai newyorchesi per provare a salvare 5Pointz, ex complesso industriale del Queens, mecca di numerosi artisti dal 1993, ingiustamente demolita poche settimana dopo per fare spazio ad un complesso residenziale.

Le opere sono state documentate, studiate, vandalizzate, restaurate, vendute: non c’è limite al delirio che Banksy ha scatenato a New York.

better-out-than-in-01-s

Dopo esser stato proiettato in diverse città italiane, ”Banksy Does New York” arriva anche a Napoli, al Cinema Teatro Galleria Toledo (Via Concezione a Montecalvario, 34) il prossimo 18 ottobre, grazie a Movieday e a sostegno della petizione realizzata da un giovane studente napoletano, Alessandro Bello, per la conservazione e protezione della Santa Agnese di Banksy in Piazza Gerolomini; l’iniziativa completa quindi l’appello già lanciato nei mesi scorsi da INWARD Osservatorio sulla Creatività Urbana, per la tutela dell’unica opera dello street artist britannico in Italia.

bdoesny

Per sostenere la proiezione di ”Banksy Does New York” è necessario acquistare i biglietti online cliccando qui per raggiungere il numero minimo di 34 partecipanti.

Pagina Facebook dell’evento:
https://www.facebook.com/events