D di Donna (Cesare Accetta)

ABCDARIO è un viaggio attraverso la fotografia, italiana e non, contemporanea, nel senso stretto o meno del termine. Utilizzando lo schema, arbitrariamente rubato alla psicoanalisi, della libera associazione leghiamo a un’immagine una parola. Oppure facciamo il contrario. Il legame a volte scorre fluido, in altri casi meno, in altri ancora sembra forzato semplicemente perché lo è.

Poche chiacchiere: godetevi le splendide fotografie, tutte di grandissimi fotografi.

 

D- cesare-accetta

 

Cesare Accetta: fotografo, fotografo di scena e light designer, Cesare Accetta lavora soprattutto in ambito teatrale e cinematografico. La foto di cui sopra fa parte di un progetto sul corpo femminile, ancora in corso, da cui è nata la mostra 03-010, esposta al Museo di Capodimonte di Napoli nel 2010.

biografia

Da Wikipedia

A partire dalla metà degli anni settanta lavora come fotografo di scena nell’ambito del teatro di sperimentazione, collaborando con il Teatro Instabile di Napoli e in seguito con altri gruppi dell’avanguardia, soprattutto napoletana, come il Falso Movimento di Mario Martone e il Teatro dei Mutamenti di Antonio Neiwiller.

Dalla seconda metà degli anni ottanta amplia la sua attività di fotografo di scena anche al cinema, collaborando nuovamente con Martone in Morte di un matematico napoletano (1992), nel quale interpreta anche un piccolo ruolo, e L’amore molesto (1995).

Nei primi anni novanta esordisce come light designer teatrale con lo spettacolo L’uomo, la bestia e la virtù, messo in scena da Laura Angiulli, mentre solo nel 1995 esordisce come direttore della fotografia con il film I racconti di Vittoria, diretto da Antonietta de Lillo, regista con la quale collabora poi regolarmente per le opere successive (Non è giusto, Il resto di niente).

Pur dedicandosi in maniera crescente al cinema, lavorando con altri autori napoletani, come Pappi Corsicato (Chimera) e Nina Di Majo (Autunno, L’inverno), non abbandona l’attività di light designer teatrale e in più occasioni cura la fotografia delle riprese televisive degli spettacoli, come nel caso dello spettacolo di Licia Maglietta Delirio amoroso (2005), diretto da Silvio Soldini

Disclaimer
Alcune delle immagini utilizzate per questa rubrica sono state prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Sono utilizzate da RACNA MAGAZINE per esclusive motivazioni di “cronaca”. Tutti i diritti restano di proprietà dell’autore. Laddove la Redazione non fosse riuscita a contattare l’autore quest’ultimo può richiedere l’immediata rimozione delle immagini utilizzate attraverso la pagina Contatti del sito.
Some photos are taken from internet websites, as public domain content. RACNA Magazine will not have any advantage from them and use them just for journalistic aim. If someone has copyrights and want RACNA Magazine to remove it write it in the Contact form.

A proposito dell'autore

Project Manager

Alla formazione scientifica (studi in Medicina Veterinaria, prima in Inghilterra e poi in Italia) unisce l'insana passione per l'arte e la letteratura. Dal 2012 collabora con la casa editrice Marchese editore, occupandosi di pubbliche relazioni, promozione e creazione di eventi culturali. Nel 2013 fonda con alcuni collaboratori il blog "About M.E.", legato all'attività della casa editrice ma fin dall'inizio aperto a tutto ciò che è cultura, con particolare attenzione a ciò che succede sul territorio campano. Ama i cappelli, Dostoevskij, e il té delle cinque.